Blog di qualità

Blog di qualità
naznn5247.blogspot.com//" data-

sabato 5 gennaio 2013

6 GENNAIO LA BEFANA






L'Epifania                                         L'Epifania

tutte e feste a-e porta via                  tutte le feste porta via
Ven ò matto de Carlevà                    Viene quel matto di Carnevale
ch'o ne porta ùnn-a carrà.                 che ne porta una carrettata.

Per l'Epifania detta in antico dialetto genovese Pasqueta si usava per i bimbi, la notte tra il 5 e il 6 di gennaio, mettere la calza appesa al camino. La Befana che quando incontrò i Re Magi essendosi pentita di non essersi aggregata a loro per raggiungere ad ossequiare il Messia, decise allora di andare da sola a cercare il Bambin Gesù, ma non sapendo dove andare per non sbagliarsi passò dal camino di ogni casa con dei bimbi per mettere i suoi doni nella calza. Caramelle,cioccolatini,
monete di cioccolato rifasciate di carta dorata, i classici Marenghi, carbone bianco, noi ci trovavamo anche mandarini, aranci e anche qualche pezzo di carbone nero (dolce) per chi era stato anche un pò cattivo.
Dall' Epifania le giornate iniziano ad allungarsi di un'ora.
A Genova il giorno dell'Epifania si usa mangiare le lasagne o anche dette mandilli de sea.

La filastrocca della Befana

La befana vien di notte
con le scarpe tutte rotte....Vien dal cielo con la scopa
e sui tetti pian si posa, e poi
scende lesta lesta dai camini con la cesta.
La befana è una vecchietta un pò brutta poveretta,
ma ai bambini poco importa se la
cesta è colma colma
tutta piena di regali, dolci, treni,
bamboline per riempire le calzine.
La befana con la cesta cerca, cerca la calzetta
e soltanto ai bimbi buoni
lei ci mette tanti doni
ma a chi è stato un pò birbone,
lei la colma di carbone.
La befana è già sul tetto
presto bimbi tutti a letto!
Lasciam sola la vecchietta
a riempire la calzetta,
che doman di buon mattino
scopriremo il regalino!




















































Nessun commento:

Posta un commento