Blog di qualità

Blog di qualità
naznn5247.blogspot.com//" data-

martedì 26 marzo 2013

TACCHINETTO RIPIENO

Ingredienti
un tacchino di 5 kg. circa
500 gr. di salsiccia
500 gr. di castagne lessate e spellate
del pane raffermo senza crosta tagliato a cubetti (abbondante, io faccio a occhio)
una mela
200 gr. di lardo a fettine
100 gr. di burro circa
olio evo
un bicchiere di bicchiere di Brandy
un pezzo di sedano e una cipolla tritati grossolanamente
un poco di prezzemolo tritato
un poco di timo
rosmarino
 sale 
pepe

 In una padella con un poco di olio e una noce di burro fare stufate il trito di cipolla e sedano, aggiungervi le castagne lesse spellate e sminuzzate grossolanamente, un poco di pane raffermo tagliato a cubetti, prezzemolo, una spolverata di timo, mescolare e lasciare sul fuoco per 5 minuti circa, poi fare raffreddare.
In una terrina versare il composto preparato, la salsiccia spellata, una mela sbucciata e tagliata a pezzetti piccoli, mezzo bicchiere di  Brandy, ancora un poco di sale e di pepe, poi lavorarlo con le mani come per impastare  in modo di avere un composto omogeneo, riempire ora il tacchino o tacchina (la femmina è più buona) precedentemente preparato (lavato e svuotato). Salare e pepare esternamente il tacchino.
Chiudere l'apertura con un grosso stecco oppure con pazienza cucirla con l'ago e il filo.
Fasciarlo ora con le fettine di lardo, e qualche ciuffo di rosmarino, legarlo per tenerlo in forma con uno spago da cucina.
Sistemare il tacchino in una teglia unta di olio e porre in forno a 220° per i primi 35/40 minuti, poi bagnarlo con mezzo bicchiere di Brandy e portare il forno a 170° e farlo cuocere ancora per 3 ore  circa irrorandolo spesso con il suo sughetto.
Comunque prima di toglierlo dal forno punzecchiare la parte più spessa meglio se nelle cosce con una forchetta o con uno spiedino, se esce del liquido rossastro prolungare la cottura ancora per 20 minuti. Il tacchino sarà cotto quando il liquido sarà trasparente.
Dopo averlo tolto dal forno fasciarlo con carta argentata e lasciarlo riposare per una decina di minuti prima di servirlo.







3 commenti:

  1. Grazie cara Nonna Papera, certo che questa ricetta generalmente la faccio a Natale, ma una mia amica mi ha richiesto la ricetta e allora eccola quà
    Ciao Nonna buona giornata
    ti abbraccio

    RispondiElimina
  2. Natale o Pasqua va bene lo stesso Bruna, guarda che spettacolo!
    baci
    Sandra

    RispondiElimina